ORGANIZATION

“OTHER IDENTITY” Altre forme di identità culturali e pubbliche

Terza edizione

Un progetto a cura e di Francesco Arena

Dedicato alla memoria di Luciana Briasco Arena

 

19 Marzo - 16 Aprile 2022 | GENOVA

Guidi&Schoen-Arte Contemporanea, PRIMO PIANO di Palazzo Grillo

Opening nelle due sedi:
Venerdì 18 Marzo H. 17:00

Mostra collettiva, evento internazionale d’arte contemporanea (Fotografia - Installazioni - New Media Art - Videoarte)

Con il patrocinio di: Regione Liguria e Comune di Genova
In collaborazione con: Guidi&Schoen-Arte Contemporanea
Organizzazione: Francesco Arena, Benedetta Spagnuolo, ARTISTI ITALIANI-arti visive e promozione
Partner e sponsor tecnici: Il Secolo XIX, Fondazione NoN, Zupp
Coordinamento video/multimedia: Dagmar Thomann

Documentazione fotografica e video: Francesco Arena

Cover photo: Gaia Benedetti Perinetti Casoni, on shot Serena Congiu

Francesco Arena

+39 340 2540631
francesco.arena@libero.it
www.francescoarena.it
www.youtube.com/c/FRANCESCOARENA-visualart
www.facebook.com/francesco.arenavisual.art

www.instagram.com/francescoarenartofficialofficial

E’ un artista ed un fotografo, opera da anni nel campo dell’arte realizzando progetti anche site specific; oltre a serie fotografiche e polaroid, struttura installazioni che interagiscono con l’utilizzo di oggetti, fotografie e video proiezioni. 
Ha realizzato numerose personali in Italia ed all’estero ed è presente in molte collezioni private e pubbliche. Di recente anche curatore, ideatore e direttore artistico del progetto Other Identity.
Nei suoi lavori indaga sul ruolo delle immagini nella società contemporanea e sulla possibilità di ribaltare le nostre abitudini interpretative.
Hanno scritto di lui numerosi critici tra cui: 
Luca Beatrice, Michela Bompani, Valentina Caserta, Luisa Castellini, Enzo Cirone, Viana Conti, Monica Dall’Olio, Vittorio Fagone, Elena Forini, Matteo Fochessati, Joseph Gerighausen, Maria Flora Giubilei, Marta Casati, Ferruccio Giromini, Fattori Testori (Giancarlo Norese), Emilia Marasco, Paola Magni, Ivana Mulatero, Massimo Palazzi, Federica Pinna, Ludovico Pratesi, Ivan Quaroni, Franco Ragazzi, Sandro Ricaldone, Marco Rosci, Elisabetta Rota, Maurizio Sciaccaluga, Franco Sborgi, Marco Senaldi, Sandra Solimano, Gabriella Ventaglio, Marisa Vescovo, Maria Grazia Toderi.
Per i progetti curatoriali “OTHER IDENTITY” Altre forme di identità culturali e pubbliche:
Giampaolo Abbondio, Edoardo Acotto, Alessandra Arnò, Claudia Attimonelli, Lidia Bachis, Emanuele Beluffi, Chiara Boni, Marco Bruschi, Bettina Bush,  Anita Calà, Lorenzo Canova, Mario Casanova, Giulia Cassini, Annalisa Cattani, Piera Cavalieri, Claudio Cerritelli, Maurizio Cesarini, Rossana Ciocca, Anna d'Ambrosio, Valerio Deho, Amalia Di Lanno, Isabella Falbo, Anna Fiordiponti, Matteo Fochessati, Patrizia Gaboardi, Alessandra Gagliano Candela, Carlo Gallerati, Francesca Galliani, Roberto Garbarino, Nunzia Garoffolo, Carlo Garzia, Ferruccio Giromini, Caterina Gualco, Romina Guidelli, Chiara Guidi, Flavia Lanza, Amelì Lasaponara, Marla Lombardo, Karolina Mitra Lusikova, Luciana Manco, Angelo Marino, Gianluca Marziani, Chiara Messori, Roberto Milani, Lorenzo Mortara, Ivana Mulatero, Maya Pacifico, Massimo Palazzi, Luca Panaro, Sabrina Paravicini, Claudio Parentela, Claudio Pozzani, Domenico Quaranta, Sandro Ricaldone, Mariella Rossi-Stefano Cagol, Claudia Sensi, Stefania Seoni, Ivano Sossella, Benedetta Spagnuolo, Federica Titone, Caterina Tomeo, Roberta Vanali, Venette Waste, Bruno Wolf.

ARTISTI ITALIANI-Arti Visive e promozione
artisti_italiani@libero.it
www.artistiitaliani.eu

www.facebook.com/Artisti.italiani

www.instagram.com/artistiitaliani.avp

www.twitter.com/artisti_ita

 

ARTISTI ITALIANI - arti visive e promozione o anche A.I. è un’associazione culturale no-profit fondata nel 2016 da Benedetta Spagnuolo, nasce inizialmente nel 2010 come pagina social (facebook) con denominazione “ARTISTI ITALIANI” con lo scopo di riunire e promuovere tutti gli artisti italiani nel mondo. 

La pagina raggiunge fin da subito numerosi follower, così comincia ad organizzare le prime iniziative, non solo social, ed è per questa esigenza che diventa associazione, aggiungendo così la specifica “arti visive e promozione”. ​

A.I. a tutt'oggi si occupa della promozione delle arti visive contemporanee, di tutti gli aspetti promozionali e curatoriali dell’arte, dalla comunicazione web all'organizzazione di eventi espositivi; valorizza in modo particolare gli artisti italiani che operano su tutto il territorio nazionale ed internazionale, ritenendo che nel mercato dell’arte, non solo italiano, sia fondamentale essere rappresentati da personale specializzato come gallerie, associazioni e curatori che si occupino totalmente della gestione e promozione dell’artista, ma non solo, offrendo anche numerosi benefit, grazie al supporto professionale e completo del proprio staff. 

Benedetta Spagnuolo

+39 320 4868376

bennysp@hotmail.it

www.benedettaspagnuolo.com

www.facebook.com/benedettaspagnuolo.officialpage

www.instagram.com/benedettaspagnuolo.official

www.linkedin.com/in/benedettaspagnuolo

Benedetta Spagnuolo nasce a Catania il 28 aprile 1983 da madre sicula e padre pugliese, ha iniziato a studiare arte dall’età di 14 anni, conseguendo, nel 2002, il diploma all’Istituto d’arte in catalogazione e rilievo dei Beni Culturali e Ambientali. Nel marzo 2008, consegue, con il massimo dei voti, la laurea in scultura all’Accademia di Belle Arti di Catania. Durante il suo percorso di vita, unisce elementi come la scultura, il teatro, la danza e la fotografia, ed è proprio quest’ultima che rappresenta per lei la base per un innovativo ed eclettico percorso artistico, che racchiude in sé molte sfaccettature; da qui che inizia a lavorare come artista a tempo pieno. Tra le pubblicazioni più importanti del suo lavoro artistico, troviamo quella inserita nel volume di Giorgio Bonomi: “Il corpo Solitario II”; uno dei suoi ultimi progetti “I cook (for) you” del  2014, è presente nella collezione permanente presso l'Archivio Italiano dell'autoritratto (Musinf).

Dal 2009 si avvicina al mondo curatoriale ed inizia così a scrivere i suoi primi pezzi critici e si dedica a tempo pieno all’organizzazione di eventi; fonda successivamente anche “Artisti Italiani - arti visive e promozione”, associazione che opera su tutto il territorio nazionale e si occupa di tutti gli aspetti promozionali dell’arte contemporanea.

Tra i testi più incisivi, scritti finora, troviamo “L’Androgino come icona dal ‘900 ad oggi - Tra mito, spettacolo e fotografia”, mentre tra le collaborazioni più di spicco citiamo quella con Celeste Prize 2017.

Attualmente lavora come critico e curatore artistico ed è contributor presso la rivista “Juliet Art Magazine”.

Guidi&Schoen -Arte Contemporanea

Piazza dei Garibaldi, 18R - 16123 Genova

+39 010 2530557

info@guidieschoen.com

www.guidieschoen.com

Mart-Sab 10:00-12:30 | 15:30-18:00
 

Guido Guidi e Chico Schoen hanno aperto la galleria nel 2002 a Genova, avviando collaborazioni con giovani artisti come Corrado Zeni, Giacomo Costa e Matteo Basilé.
In questi anni hanno rappresentato ed esposto i maestri italiani della fotografia Massimo Vitali, Olivo Barbieri, lo statunitense Richard Kern e lo svizzero Daniele Buetti, investendo al tempo stesso su artisti emergenti quali Alessandro Lupi, Vania Comoretti, Andrea Chiesi, Davide La Rocca.

Nel 2017 la galleria si è trasferita in un nuovo ampio spazio che, sviluppandosi su 4 piani permette di organizzare più esposizioni contemporaneamente.
La galleria promuove pittura e fotografia, video, installazione e scultura, senza seguire una linea o un medium specifico, ma ciò che è profondo nel significato e sofisticato formalmente.
Negli anni ha prodotto una serie di monografie dedicate agli artisti rappresentati e ha inoltre collaborato con alcune delle più importanti istituzioni internazionali nel campo dell’arte contemporanea.

Dal 2002 ad oggi ha partecipato ad alcune delle pìù importanti fiere italiane ed internazionali, tra le quali ArteFiera Bologna, Artissima Torino, Miart Milano, The Phair Torino, Arco Madrid, Paris Photo, Volta NY, Pulse MIami, Art Moscow.

1/3